Amat, servizio che va rivoluzionato

Pubblicato da

A proposito dello sciopero proclamato lunedì prossimo, il servizio Amat in città andrebbe rivoluzionato.

L’azienda dovrebbe essere capace di coprire i propri costi attraverso la vendita di biglietti, abbonamenti e altro.

Una piccola grande rivoluzione potrebbe essere semplicemente quella di copiare le altre città europee dove, al posto degli sceriffi che puniscono qualche utente poco civile che non fa il biglietto, vendono i biglietti in vettura.

Insomma, per noi sarebbe un ritorno al passato, con la figura del buon vecchio “bigliettaio” che, piuttosto che punire, si assicura che tutti i passeggeri facciano il biglietto.

L’azienda e i sindacati, quindi, anziché continuare a pesare fortemente sulle casse dell’amministrazione, dovrebbero ripensare metodi di rilancio dell’azienda stessa.

Scritto da

Nato a Palermo il 22 gennaio del 1980 sono cresciuto in un quartiere di periferia di questa meravigliosa città: Tommaso Natale. Proprio qui matureranno le prime scelte d’impegno sociale e politico che oggi continuano ad animare il mio impegno a servizio della comunità. [an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive]

I commenti sono chiusi.

[an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive]