Globalizzazione

Contro l’uniformità in nome della difesa dell’identità

Poche parole per esprimere una tristezza. Ogni giorno sia l’Italia che la Sicilia perdono un pezzetto della propria “identità economica”.

Perché ormai non si tende semplicemente a esportare i nostri prodotti “Made in Italy” o “Made in Sicily“. Ma si stanno esportando addirittura le imprese stesse.

Sì, è vero. C’è la crisi ed il mercato si è ormai globalizzato (purtroppo).

Ciò, però, non può significare che dobbiamo rinunciare al rilancio delle nostre aziende, soprattutto di quelle che fanno parte della storia dell’artigianato locale, destinate – almeno per il momento – al declino e alla chiusura.

Perché, come dice il proverbio, il mondo è bello perché vario e le Istituzioni devono attivarsi per tutelare le “identità” e le peculiarità di ciò che produce ogni singolo territorio.

Altrimenti si corre il rischio di doversi lasciare andare alla tristezza dell’uniformità.