Rotoli

Emergenza cimiteri a Palermo, perché non Ciaculli?

Rispettare i morti dovrebbe essere uno dei principi morali e sociali di qualsivoglia comunità.

E, di riflesso, una delle priorità dell’amministrazione comunale, perché dietro ad ogni defunto non solo c’è una storia da ossequiare ma anche il dolore e la memoria di un familiare o di un amico da onorare.

Eppure, a Palermo, la situazione dei cimiteri è grave. Ho avuto, infatti, segnalazioni di depositi pieni di bare, anche di defunti precedentemente sepolti e poi riesumati perché il posto in cui si trovavano non è più disponibile (e immaginate il sentimento dei cari di questi defunti).

L’emergenza, infatti, è ormai diventata quotidiana ed i proclami non sono più ben accetti, perché – come di consueto – non portano a nulla.

Occorre fare qualcosa e trattare Palermo come la grande città che è, perché l’alto numero di abitanti pretende la realizzazione di un nuovo cimitero.

E la domanda è: perché non dare il via ai lavori a Ciaculli?