Vergognoso multare gli agricoltori che protestano

Mi preme commentare la notizia delle multe da 2600 euro sanzionate a dodici agricoltori di Riesi, comune in provincia di Caltanissetta, che, nell’ottobre del 2009, avevano bloccato corso Calatafimi nel corso di una protesta a sostegno del settore agricolo.

Perché è inammissibile che al grido di protesta e di sofferenza degli agricoltori nei confronti delle Istituzioni sorde si risponda con la repressione e con le sanzioni amministrative.

Anziché rendersi conto che la nostra Sicilia è nel baratro, in compagnia di tante terre del Sud, e che protestare è l’unico strumento che ha in mano chi sta subendo sulla propria pelle gli effetti di una crisi economica devastante, si punisce chi non ne può più e ha deciso di alzare legittimamente la voce.

È ovvio che bisogna rispettare la legge, sempre e comunque; ma è moralmente vergognoso non ascoltare la voce di chi soffre e continuare a tartassare i cittadini.