E sulle tasse i politici giocano allo scaricabarile

I nostri amministratori, partendo da Palazzo Chigi, passando per Palazzo d’Orleans, fino ad arrivare a Palazzo delle Aquile, dovrebbero lanciare un messaggio chiaro ai cittadini: “A dicembre niente più tredicesime“. Il motivo? La seconda rata della TARES, la tassa comunale sui rifiuti e sui servizi.

E, come al solito, i politici giocano allo scaricabarile: ognuno dice che è stato qualcun altro a volerla.

Ma una cosa è certa: a pagarla sono i cittadini, che ogni giorno che passa vedono sempre più i propri conti in rosso e alla fine del messe arrivano con l’acqua alla gola.

E se qualcuno pensa che TARES e IMU si pagheranno solamente per quest’anno, nel 2014 c’è già l’ombra della IUC, l’Imposta Unica Comunale.

Un nome che già mette i brividi…