Qualità della vita, Palermo penultima: senza una sforzo comune nulla cambierà

Ieri, su Il Sole 24 ore, è stata pubblicata la classifica della qualità della vita e Palermo occupa la penultima posizione.

Si tratta di una notizia che incute naturalmente tanta tristezza e non sono d’accordo con quanti si sono premurati ad attaccare l’amministrazione comunale, come compiaciuti del fatto che nel capoluogo siciliano si viva malissimo.

Ma, leggendo l’analisi annuale del famoso quotidiano economico, ho provato anche tanta rabbia, perché la nostra è una città con tante potenzialità inespresse.

E, poi, nessuna amministrazione comunale potrà risollevare le sorti di Palermo senza la collaborazione di tutti i cittadini e, viceversa, nessun gruppo di cittadini potrà mai risollevare le sorti cittadine senza un’amministrazione aperta ai bisogni e agli interessi della città.

È tempo, dunque, che tutti gli attori sociali compiano il proprio dovere per cambiare la nostra città, “perché quando sogno la mia Palermo, sogno una città che scommette su se stessa“.

Foto di Giuseppe Romano