Pedonalizzare Palermo in maniera intelligente. Ecco come

L’amministrazione comunale faccia una scelta chiara sulle pedonalizzazioni, perché pedonalizzare la città per brevi periodi rischia di essere deleterio per i commercianti che non hanno tempo e mezzi per organizzarsi.

Sono convinto che le pedonalizzazioni possano portare ricchezza alla città, solamente se organizzate in maniera intelligente.

Per esempio le zone potrebbero essere rese più accessibili, eliminando le zone blu nei giorni e negli orari della chiusura; il servizio di trasporto pubblico potrebbe essere offerto gratuitamente (limitatamente alle linee che serviranno le zone pedonali), oppure qualora l’amministrazione non volesse rinunciare a questi introiti, potrebbe organizzare un ticket unico per parcheggio e mezzo pubblico.

Questa potrebbe essere una proposta per l’accessibilità nelle zone pedonali. Inoltre, le zone pedonali non devono solamente servire a non far passare le auto, ma possono e deono essere occasione di sviluppo per la creatività cittadina.

Il Comune potrebbe offrire gratuitamente gli spazi (non facendo pagare suolo pubblico e Tares) agli artisti cittadini, che potrebbero esporre le proprie opere (pittori, scultori, ecc.) così da trasformare la nostra città in un grande museo che promuove le proprie genialità ed il grande estro cittadino.

Questo permetterebbe di creare percorsi virtuosi per gli artisti, ma anche per i turisti, perché Palermo potrebbe diventare una galleria d’arte a cielo aperto; al tempo stesso le aree pedonali potrebbero anche diventare teatro musicale per i giovani emergenti, con il solo impegno da parte dell’amministrazione di promuovere ad alti livelli gli eventi, mostrando orgogliosamente l’estro dei propri artisti.

Con i commercianti si potrebbero organizzare giornate a tema, durante le quali vengano proposti corsi e concorsi a cielo aperto, per pasticcieri, parrucchieri, rosticcieri, fotografi, ludoteche, scuole di arte, musica e teatro.

Al contempo, definendo un accordo tra amministrazione e movida cittadina, Palermo potrebbe riacquistare il fascino di una città giovane e vitale.

Credo che le isole pedonali possano rappresentare una grande occasione affinché la mia, la nostra Palermo, ricominci a puntare su se stessa. Bisogna soltanto avere il coraggio di scommettere.