spazzino

RAP, giusto controllare il lavoro degli operai

Avere istituito una squadra con il compito di controllare gli operai della Rap è il chiaro segno di una vera rivoluzione culturale in corso a Palermo.

Il salasso Tares doveva servire a salvare i posti di lavoro degli ex Amia ma chi, se non gli stessi operai, devono tutelare il proprio impiego?

Ritengo infantile, quanto giusto, attivare seri controlli per verificare il corretto svolgimento del servizio.

E ancor di più credo che, per chi non svolga il proprio dovere, bisogna adottare la più drastica delle pene: il licenziamento. Ciò vale tanto per gli operai quanto per i massimi dirigenti.

Dice bene il sindaco Leoluca Orlando quando ricorda che, accanto ai politici che hanno massacrato l’Amia, c’erano dirigenti che, con il loro silenzi,  hanno avallato il disastro.

Per cui, se i cittadini fanno un ulteriore sacrificio per salvare il loro posto di lavoro, ciò che ci si aspetta è il massimo impegno, perché nulla è dovuto a chi non svolge il proprio dovere.