No all’Europa delle banche, sì all’Europa dei popoli

Pubblicato da

Si discute tanto di Euro/Europa ma nessuno discute che il progetto “Europa” è rimasto totalmente incompiuto.

I padri fondatori dell’Europa, Alcide De Gasperi su tutti, immaginavano l’Europa dei popoli e non delle banche; immaginavano la grande nazione Europea che garantisse pace e benessere a tutti i propri cittadini.

Oggi l’Europa delle Banche ci sta stritolando, pertanto se questa è l’Europa dico: No, grazie.

Non m’interessa continuare ad arricchire le lobby finanziarie.

Non accantono, però, il sogno dell’Europa dei Popoli, perché quel sogno non prevede una semplice moneta comune ma una grande federazione di popoli che procedono in un’unica direzione chiara e che mette al centro l’uomo e la sua piena realizzazione.

Scritto da

Nato a Palermo il 22 gennaio del 1980 sono cresciuto in un quartiere di periferia di questa meravigliosa città: Tommaso Natale. Proprio qui matureranno le prime scelte d’impegno sociale e politico che oggi continuano ad animare il mio impegno a servizio della comunità. [an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive]

I commenti sono chiusi.

[an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive]