Unione Europea

No all’Europa delle banche, sì all’Europa dei popoli

Si discute tanto di Euro/Europa ma nessuno discute che il progetto “Europa” è rimasto totalmente incompiuto.

I padri fondatori dell’Europa, Alcide De Gasperi su tutti, immaginavano l’Europa dei popoli e non delle banche; immaginavano la grande nazione Europea che garantisse pace e benessere a tutti i propri cittadini.

Oggi l’Europa delle Banche ci sta stritolando, pertanto se questa è l’Europa dico: No, grazie.

Non m’interessa continuare ad arricchire le lobby finanziarie.

Non accantono, però, il sogno dell’Europa dei Popoli, perché quel sogno non prevede una semplice moneta comune ma una grande federazione di popoli che procedono in un’unica direzione chiara e che mette al centro l’uomo e la sua piena realizzazione.