Palermo è… identità

Parlare dell’identità di una città come Palermo significa parlare dei propri colori, dei propri sapori, di tutte quelle sfumature che la rendono unica ed oggi avere un’identità chiara e forte è molto  importante, perché con una globalizzazione che avanza, fagocitando tutti i tessuti socio economici delle città, tenere viva e forte la propria identità è di fondamentale importanza per la rinascita cittadina.

La nostra Palermo ha una forte identità di capitale mediterranea ed anche se oggi vive un momento di forte criticità, è importante che tutti gli attori sociali, politici ed economici si attivino affinché le peculiarità cittadine riprendano vigore e restituiscano alla città il ruolo di capitale del Mediterraneo che le spetta.

Palermo è… identità, se recupera il colore e il sapore del proprio centro storico ma è ancor più identità se recupera colori e sapori dei propri mercati popolari, famosi in tutto il mondo, ma sempre più dimenticati dalle istituzioni.

Proprio i mercati storici mostrano il volto sofferente dell’identità cittadina che cadendo a pezzi e cancellando pezzi di storia della nostra Palermo, indeboliscono il cuore della nostra città.

Palermo è … identità, se recupera e tutela il proprio tessuto economico, che è anche il fulcro della propria storia e della propria identità.

Proprio in questi giorni è piombata la notizia che un altro pezzo di storia della nostra città ci abbandona: il bar Mazzara chiuderà. Una chiusura che mostra con forza la situazione di crisi in cui versa l’economia cittadina ma soprattutto una chiusura, quella del bar Mazzara, che spegnerà un pezzo di vita cittadina.

 Ma Palermo è… identità se l’amministrazione comunale si attiva immediatamente per recuperare questi pezzi di storia senza i quali la nostra città non sarà più la stessa.

Palermo è… identità, se ognuno di noi riscopre l’orgoglio di essere Palermitano e decide di riportare al centro della propria vita la voglia di riscoprire Palermo per il proprio futuro: la nostra città ha un grande passato delle solide radici e anche se sta vivendo un momento di fortissima difficoltà può e deve recuperare forza e vigore per rilanciarsi nel futuro.

Capisco pure che in questo momento di forte crisi non sia semplice rialzarsi. Pertanto le istituzioni giocheranno un ruolo fondamentale perché, oltre a fronteggiare le emergenze quotidiane, devono programmare un futuro che riporti normalità.

Ma tutto ciò non potranno e non dovranno farlo da sole perché l’unico vero strumento di rinascita e tutela cittadina è una piattaforma di pieno coinvolgimento di tutte le parti sociali, in quanto Palermo non è di chi semplicemente la governa, Palermo è di ogni singolo cittadino che la vive nel quotidiano.

I governi passano, Palermo resta.