Isole pedonali e bus navetta: bene, ma si risolva il “problema sicurezza”

E’ scattata ieri la nuova ordinanza comunale che vedrà la pedonalizzazione di piazza Marina e piazza Magione entro l’8 dicembre. Un’iniziativa di grande interesse perché le isole pedonali possono rappresentare una grande risorsa.

È di fondamentale importanza, infatti, che ogni cittadino riconquisti il piacere di poter vivere la propria città anche attraverso un passeggiata tra le vie del centro storico. Tali chiusure devono prevedere, però, un rilancio per il commercio cittadino, e per la vita economica dell’intera città.

Un plauso per la scelta di utilizzare le navette con un biglietto giornaliero di soli 0,52 centesimi che permetterà ai cittadini di muoversi in città senz’auto a prezzi irrisori. Ma ciò non basta. L’amministrazione deve infatti pensare a risolvere il “problema sicurezza”. I fatti di cronaca mostrano infatti ogni giorno che l’incolumità dei cittadini è sempre più a rischio.

Credo che affinché siano realmente una risorsa, le isole pedonali devono diventare teatro di eventi cittadini che vedano protagonisti le realtà artistico-culturali locali.

La Palermo pedonale può e deve divenire l’immagine della “Palemitanità” nel mondo.