Mondello

Cabine? Non si mettano in crisi le aziende che offrono lavoro

Già lo scorso anno avevo manifestato il mio pensiero, sostenendo che la soluzione all’annoso problema delle cabine andava trovata durante la stagione invernale. Ed invece, così come già avvenuto un anno fa, tutti si risvegliano alle soglie dell’inizio della nuova stagione.

E’ di nuovo “guerra” infatti tra il Comune e la società Italo-Belga che da anni gestisce l’arenile e che ha la concessione fino al 2020. L’amministrazione ha espresso infatti la volontà di voler applicare fin da subito le clausole di salvaguardia previste dal piano di utilizzazione del demanio marittimo (il Pudm), cosa che lo renderà operativo immediatamente.

Dal canto suo, Gianni Castellucci, amministratore delegato della società, aveva fatto sapere di essere pronto a “ricorrere nelle sedi competenti per essere adeguatamente risarciti per il danno economico e di immagine subito dalla nostra società”.

Non sono un fan del cabine, ma al contempo credo che in questo momento di forte crisi non bisogna mettere in difficoltà quelle aziende che continuano a offrire lavoro investendo sul turismo e sul mare.