Approvazione Italicum, per niente fiero del mio partito

Da iscritto al PD, oggi non sono per niente fiero di ciò che il mio partito ha fatto.

L’approvazione dell’Italicum con l’aula semivuota è la più grande sconfitta per la democrazia del nostro Paese. Da oggi, per quanto piccolo poteva essere il mio contributo, anche in me si apre un serio momento di riflessione.

Trecentotrentaquattro soggetti eletti con il “Porcellum” e un presidente non eletto dai cittadini hanno deciso che io non potrò scegliere il mio rappresentante in Parlamento e che la stragrande maggioranza dei parlamentari sarà votata dalle segreterie di partito.

Se io non scelgo, io non voto.