Fratel Biagio sfrattato: “Segnale di disinteresse nei confronti della città”

La vicenda che sta coinvolgendo il missionario laico Biagio Conte rappresenta l’ennesima sconfitta delle istituzioni. Secondo quanto appreso negli ultimi giorni, infatti, al posto dei locali destinati finora alla Missione Speranza e Carità, potrebbe nascere un supermercato.

E’ proprio notizia di oggi che in questa triste storia potrebbe esserci una svolta, in quanto gli imprenditori di Partinico che si sono aggiudicati i tre capannoni, sembrerebbero disposti a rivenderli alla missione, facendo anche una donazione.

Fratello Biagio in questi 27 anni non ha fatto altro che sostituirsi alle istituzioni sorde al bisogno degli ultimi nella nostra Palermo. Quando tutti si giravano dall’altra parte, Fratello Biagio donava se stesso. Permettere che l’attività sociale di Fratello Biagio venga sostituita da una qualunque forma di business è un chiaro segnale di disinteresse nei confronti della città.

Intanto il bollettino medico emesso ieri dal dottor Francesco Russo indicava la presenza di vertigini e astenia nel missionario in sciopero della fame da otto giorni. Il mio appello è che si intervenga presto e si dia a fratello Biagio ciò che in questi anni ha portato avanti con tanto amore.