A Tantillo le Circoscrizioni non piacciono proprio… leggete cos’ha proposto

Non mi stupisce affatto che il consigliere comunale di Forza Italia, Giulio Tantillo, che lavora da 5 anni contro il decentramento e contro le circoscrizioni possa chiedere un ulteriore taglio, come si legge in quest’articolo pubblicato su LiveSicilia, dove ha suggerito che il numero dei consiglieri delle Circoscrizioni dovrebbe essere proporzionale al numero degli abitanti.

Capisco bene che per lui è una grande sofferenza dover mantenere in vita degli organi che potrebbero con immediatezza essere attivi ed efficienti per la città.

Decentrare significa innovare e oggi sono davvero pochi i consiglieri comunali che riescono ad avere un visione di città che si proietti nel futuro.

Pur condividendo la riduzione di un parte dei consiglieri, la vera grande battaglia per la città dovrebbe orientarsi per l’attivazione delle deleghe alle Circoscrizioni, affinché gli organi decentrati siano a servizio della città.

Se il Consiglio Comunale si ostina ad ostacolare l’operato delle Circoscrizioni, diventa di troppo anche un solo consigliere.

Mi auguro, invece, che prevalga il buon senso e si operi per l’efficientamento degli organi politici decentrati.