Sicurezza Stradale a Palermo, più sensibilizzazione e più rigidità

I terribili e gravi incidenti stradali di questi giorni a Palermo dimostrano la necessità di una campagna di sicurezza stradale in città.

Anche l’Amministrazione Comunale, infatti, si dovrebbe fare avanti per promuovere tra i palermitani una condotta in auto che sia più prudente possibile.

Ogni giorno, muovendomi qua e là per la città, mi accorgo che troppi automobilisti guidano in maniera pericolosa: non solo perché non si rispettano i limiti di velocità o le più basilari regole (come il rispetto delle precedenze o il divieto di sorpasso a destra) ma anche (e soprattutto) perché si parla (o peggio si scrive) al telefonino con una mano e con l’altra s’impugna il volante.

Gli incidenti stradali, infatti, sono in aumento dappertutto e pare – stando ad alcune recenti indagine – che il 20,1% sia provocato da distrazioni al volante a causa degli smartphone.

Una bruttissima abitudine che va contrastata con campagne di sensibilizzazione ma anche con la severità della Polizia Municipale.

Da questo punto di vista, ad esempio, sono d’accordo con un recente status su Facebook del viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini: “Un incidente stradale su cinque è causato dall’uso di smartphone o cellulari alla guida. E se prevedessimo la sospensione per un periodo della patente?“.

E voi?