La Palermo piena di turisti usata come strumento di propaganda

In questi giorni abbiamo letto qua e là tante notizie che hanno documentato una Palermo piena di turisti.

Di certo un’ottima cosa in sé, perché la città ha bisogno di promuovere il turismo e valorizzare l’offerta culturale, enogastronomica e l’intrattenimento. 

Tuttavia, con l’approssimarsi delle elezioni amministrative, ho la sensazione che la giunta di Leoluca Orlando stia cercando di giocarsi tutte le carte a disposizione per tentare di trasmettere alla cittadinanza il messaggio di avere compiuto un buon lavoro. 

Continua a leggere…

Elezioni Palermo 2016, la mia partecipazione a Sicilia Sera

Venerdì scorso, 31 aprile, ho partecipato a ‘Sicilia Sera‘, programma condotto da Filippo Cucina.

L’argomento principale, ovviamente, è stato quelle delle prossime elezioni amministrative.

Mio interlocutore è stato Giulio Cusumano, anche lui candidato al consiglio comunale ma nella lista ‘Palermo 2012’ che sostiene il sindaco uscente Leoluca Orlando.

 

 

Decentramento, trasformare le 8 Circoscrizioni in 8 piccoli Comuni

Trasformare gli 8 parlamentini di città in 8 piccoli comuni dovrebbe essere una scelta strategica per la prossima amministrazione.

Mettere in condizione le Circoscrizioni di poter intervenire nella vita quotidiana dei quartieri dovrebbe essere la priorità per un’amministrazione che vuole rendere ‘normale’ Palermo.

Perché oggi è importante parlare di normalità, perché ciò che serve a noi palermitani è il ripristino di quelli che sono i bisogni elementari della città.

Continua a leggere…

A Sinistra Comune, e perché non siete voi a sostenere Ferrandelli?

Ieri Sinistra Comune, in un comunicato inviato alla stampa, ha invitato le “forze di sinistra che appoggiano Ferrandelli” a riflettere sulle alleanze di quest’ultimo in vista delle elezioni amministrative, citando anche me.

Rispondendo, proprio per gli stessi motivi che ci invitano a sostenere Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, io li invito a sostenere Fabrizio Ferrandelli.

Abbiamo condiviso strade, piazze, battaglie con una visione di città che non fosse padronale ma frutto di dialogo.

Continua a leggere…