VII Circoscrizione: partecipazione e trasporto pubblico, depositate 3 mozioni

Oggi, lunedì 26 settembre, ho depositato tre mozioni presso la Settima Circoscrizione.

Le prime due sono orientate al coinvolgimento dei cittadina, la terza all’istituzione di un tavolo sul trasporto pubblico (visti i recenti problemi con la linea 806).

  • Concorso di idee per la riqualificazione del lungomare di Barcarello attraverso cui vorrei impegnare il Presidente della VII Circoscrizione ad attivarsi presso gli organi competenti al fine di attivare un concorso di idee per la riqualificazione dell’area.
  • Creazione di un ufficio per i rapporti con il cittadino (URC) con lo scopo di ricostruire un rapporto, oggi logoro, tra i palazzi del potere cittadino e Palermo.
  • Tavolo di monitoraggio permanente sul servizio di trasporto pubblico nella VII Circoscrizione, soprattutto in seguito ai numerosi disagi provocati dalla riorganizzazione effettuata dalla Giunta.

Sarà mia cura informarvi sulle eventuali risposte.

A Barcarello le rastrelliere per le bici: ma la riqualificazione è ben altra cosa

A proposito della nuova installazione sul lungomare di Barcarello, mi preme dire che l’Amministrazione ritiene che la semplice collocazione delle rastrelliere per le bici possa rappresentare un gesto di riqualificazione.

Già da tempo sto chiedendo una riqualificazione seria dei luoghi, dove le rastrelliere rappresentano l’ultimo tassello di un’opera complessiva.

Pertanto, tornerò a sollecitare gli interventi e magari specificherò la priorità degli stessi.

Chiederò, inoltre, che in prima istanza venga sistemata la passeggiata in legno e ripuliti i cercini che sono ormai divenuti immensi cespugli; andrebbe portata via la spazzatura abbandonata; bisognerebbe ripristinare i cestini gettacarta e sostituire i cassonetti, piazzandone altri più decorosi, nonché abolire le strisce blu o piazzare i distributori di ticket e, infine, le rastrelliere.

Degrado a Barcarello, inviata lettera al sindaco Orlando

Ieri ho inviato al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, una nota con lo scopo “di evidenziare la situazione di degrado che coinvolge il lungomare di Barcarello (Sferracavallo)”, allegandogli anche le stesse foto che trovate qui.

Nella missiva ho scritto: “Già in passato le avevo segnalato tale situazione ma purtroppo devo evidenziare che il degrado oggi domina una delle zone più belle della nostra città. La passeggiata in legno ha bisogno di manutenzione straordinaria al fine di garantire la sicurezza di quei cittadini che la percorrono, i cercini degli alberi del lungomare hanno bisogno di essere puliti, bisogna rimuovere la spazzatura abbandonata dagli incivili, bisogna pertanto restituire decoro a una zona a forte vocazione turistica, che potrebbe rappresentare per il nostro territorio un vero volano per l’economia locale. Sicuro che anche lei abbia a cuore la rivalorizzazione della zona, e offrendole la mia disponibilità al fine di effettuare un sopralluogo nella zona, le porgo distinti saluti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eternit abbandonato a Barcarello

Purtroppo il lungomare di Barcarello non è esente dall’inciviltà dei nostri concittadini.

Come potete notare dalla foto, infatti, qualcuno ha abbandonato dell’eternit in strada.

Chiederò all’amministrazione di intervenire per la rimozione di questo pericoloso materiale.

Voglio anche mandare un messaggio a coloro che si sono macchiati di quest’abbandono: “La nostra Palermo molto ci ha donato e tanto ha ancora da offrirci: pertanto amiamola, e attraverso piccoli gesti d’amore cambiamola“.

Sferracavallo, sopralluogo mattutino in via Ennio

La giornata di oggi comincia con un sopralluogo nella borgata di Sferracavallo. La via Ennio, a pochi passi dal lungomare di Barcarello, è divenuta infatti oggetto di continue barbarie.

Perché se è vero che l’amministrazione spesso non riesce a garantire la normale raccolta dei rifiuti, è anche vero che le discariche non spuntano come i funghi e qualcuno in modo incivile le crea.

Chiederò per l’ennesima volta di bonificare l’area. Al contempo voglio lanciare, però, un appello a coloro che continuano a perpetuare comportamenti incivili, invitandoli ad avere maggiore rispetto per il proprio territorio.