vigili

Più vigili in strada per punire l’inciviltà di chi sporca

Ricevo e pubblico una e-mail di Sergio (un cittadino come tanti desideroso di una città più civile) su cui mi trova completamente d’accordo. E voi?

“Mettere vigili in borghese, dalle 6 alle 8.30 del mattino, vicino le ville e lungo ‘certe’ strade sporche di escrementi di cane, specialmente dove ci sono scuole (i bambini entrano in aula con le scarpette imbrattate e l’igiene) a mattina dalle 6.00 alle 8.30.

Fare multe da ‘paura’ a chi non raccatta le deiezioni del proprio animale.

Lo stesso dicasi per chi butta immondizia fuori orario e fuori dai posti consentiti.

Però che si faccia: no sempre chiacchiere.

Colpirne uno, no, a Palermo almeno una quindicina per educarne 100″.

Istituto Caponnetto, richiesta potatura alberi

Il 30 luglio scorso ho inviato una nota al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e al Dirigente del Verde e della Vivibilità Urbana, Domenico Musacchia, per chiedere l’intervento di messa in sicurezza degli alberi e il ripristino dei luoghi esterni dell’Istituto Caponnetto (sede di via Lione).

Nel testo, premettendo che sia “doveroso da parte dell’amministrazione intervenire presso gli istituti scolastici della città di Palermo”, ho evidenziato il fatto che questo sia il mese di agosto, ovvero “ideale per intervenire nelle scuole”, visto che gli alunni sono in vacanza e “gli interventi potrebbero essere effettuati senza alcun disagio per gli studenti”.

Si richiede, quindi, un intervento urgente per potare gli alberi presenti davanti all’ingresso, “avendo superato in altezza sia la scuola che alcune residenze private”.

Per visionare la nota cliccate qui.

Una giornata emozionante alla scuola Sciascia

Quando negli occhi e nella voce dei più piccoli riesci a leggere non soltanto l’emozione per un grande evento, ma anche la voglia di un domani diverso, qualcosa dentro ti dice che il quotidiano impegno politico e sociale procede sulla retta via.

Con l’amico e consigliere Gianni Dragna ho partecipato oggi all’evento organizzato dalla scuola Sciascia, per accogliere il Sindaco Orlando e l’assessore Evola. Ad accoglierli c’era il pubblico delle grandi occasioni ossia gli studenti dell’istituto, che hanno aperto l’incontro con una esibizione musicale, e successivamente si sono rivolti al primo cittadino, per raccontare il loro sogno di una scuola diversa. I più piccoli hanno donato poi un piantina di fagioli cresciuta grazie alla cura dei più piccoli.

Una giornata, oggi allo Sciascia, davvero emozionate. Ma il vero grande, inaspettato regalo, lo ha portato proprio Leoluca Orlando, comunicando che tutto è pronto per mettere a bando la ristrutturazione della palestra della scuola.

Sono stati  infatti stanziati e vincolati i fondi. Ora bisogna soltanto mettere tutto a bando e dare il via ai lavori. Gli studenti dell’istituto Sciascia avranno così la loro palestra. A me e Gianni il dovere morale di vigilare affinché il primo cittadino non deluda le aspettative di un territorio che ha semplicemente bisogno di normalità.

Infiltrazioni d’acqua all’Istituto Caponnetto, ma com’è finita con le verifiche promesse l’anno scorso?

Era il 12 agosto del 2013 quando, dopo avere inviato una nota all’amministrazione comunale per bonificare gli spazi esterni e verificare la situazione generale dell’Istituto Antonino Caponnetto di via Socrate, a Tommaso Natale, soprattutto alla luce di fastidiose infiltrazioni d’acqua.

Allora l’assessore Barbara Evola mi assicurò sia la pulizia del giardino e dei luoghi circostanti la scuola sia che l’architetto Valentina Vadalà si sarebbe occupata di “verificare se le infiltrazioni fossero addebitabili alla Ditta costruttrice e, in caso affermativo, di procedere, intimando alla Ditta stessa di effettuare tutti i lavori necessari al ripristino, negli ambienti, di condizioni di normalità“.

Ma, a distanza di più di un anno, ho appreso che ci sono ancora infiltrazioni per cui ho inviato una nuova nota all’Assessore alla Scuola del Comune di Palermo per chiedere di essere messo a conoscenza dell’esito di quella verifica e sugli eventuali interventi messi in atto per riportare la normalità nell’istituto (leggete qui).

E ora attendo la risposta…

Banchi di Scuola

Buona Scuola a tutti! (e che sia un anno di vera riforma!)

Voglio augurare un buon inizio di anno scolastico a tutti gli studenti. Dai più piccolini, che in questi giorni affronteranno il loro primo giorno di scuola, a coloro che, invece, si preparano ad affrontare l’anno della maturità.

Ribadire l’importanza della scuola sembra quasi scontato ma per una volta credo che la sua rilevanza non vada ricordata semplicemente agli alunni, bensì a quelle istituzioni che ogni anno si sfidano in continue riforme – ogni ministro lega il proprio nome ad una riforma – e puntualmente le carenze strutturali delle scuole italiane finiscono sempre in prima pagina e i precari sono costretti a continue lotte al fine di poter garantire non solo il proprio posto di lavoro ma la piena efficienza degli istituti.

Oggi non saprei dire se e quale riforma bisognerebbe realizzare per la scuola italiana ma sono estremamente sicuro che ad alunni e docenti vada garantita serenità affinché il percorso di studi possa svilupparsi nel migliore dei modi.

Buon Anno Scolastico a tutti, in particolar modo ai coraggiosi che tra mille difficoltà riescono sempre a dare il meglio di loro stessi.