ZTL, la città chiede al sindaco un dialogo (ma Orlando non risponde)

Ciò che ha chiesto la Prima Circoscrizione, a proposito di ZTL, è che l’amministrazione rinneghi se stessa.

La città chiede al Sindaco un dialogo che lo stesso non ha mai voluto, le Circoscrizioni chiedono un dialogo che l’amministrazione ha sempre negato.

Oggi spero che il sindaco decida di fermarsi un attimo per ascoltare quella parte di città che continua a chiedere, con enorme sofferenza, di essere ascoltata.

Continua a leggere…

ZTL Centrale, scelta miope dell’amministrazione comunale

L’amministrazione comunale ha deciso, ancora una volta, di non dialogare e continuare in un percorso solitario che porta a una sempre maggiore distanza dalla città.

Se è vero che il provvedimento della ZTL appare necessario, è altrettanto vero che interventi con un impatto così forte sulla vita quotidiana devono necessariamente essere supportati da una rete di servizi che permetta al cittadino di scegliere se utilizzare il proprio mezzo o meno.

Scelta che si orienterebbe sicuramente verso i mezzi pubblici se questi fossero, puliti, puntuali ed efficienti.

Nuove Ztl, ancora peggio di prima: Grazie Leoluca per l’ennesimo gesto miope

La sorda amministrazione Orlando non può perseverare nel miope progetto di una ZTL che penalizza fortemente la cittadinanza.

Le nuova proposta è anche peggiore della prima. Pensare che un cittadino che non risiede all’interne delle zone a traffico limitato debba pagare giornalmente 5 euro per potere entrare nella propria città è pura follia.

In un luogo dove il servizio pubblico è al collasso e ogni occasione è buona per diminuire linee e percorsi, solo un forsennato può immaginare tale limitazione. Forse chi oggi governa Palermo, in realtà, non la vive nel quotidiano.

Chi sta a Palazzo non usa i mezzi pubblici, perché provvisto di auto blu con autista, e non si rende conto dell’agonia che vive l’economia cittadina.

Questo provvedimento penalizzerà i già tartassati commercianti che vedranno ancor di più diminuire la propria clientela. Se in centro non si può andare in auto e usare i propri mezzi pubblici è impossibile perché sporchi e inefficienti, di certo non ci andrà più nessuno.

Caro Luca, Palermo ti ringrazia per l’ennesimo gesto miope della tua amministrazione.

ZTL, Orlando vince il ricorso: ma apra il confronto con la città

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa ha accolto il ricorso del Comune di Palermo e di AMAT e ha, in pratica, dato il via libera per l’entrata in vigore della ZTL.

La gestione della città e dei temi che coinvolgono il quotidiano di ogni cittadino non dovrebbero mai essere discusse tramite carte bollate.

Alla nostra Palermo non servono dimostrazioni di forza ma condivisione di scelte.

Ancora auspico che il sindaco Leoluca Orlando possa, prima di fare qualunque altra scelta, aprire il confronto con la città.

ZTL, ricorso al CGA: opportunità mancata per Orlando & CO.

A proposito della decisione dell’amministrazione comunale di presentare ricorso al Consiglio di Giustizia Amministrativa in merito alla sospensiva della ZTL da parte del TAR Sicilia, come si legge qui, mi preme sottolineare che quest’azione non coglie l’opportunità che ha, invece, dato la decisione del 6 aprile scorso.

L’amministrazione, infatti, dovrebbe mettere da parte l’orgoglio e sedersi attorno a un tavolo con i cittadini, perché le scelte che condizionano la quotidianità e la salute di Palermo vanno prese coinvolgendo direttamente chi le subirà.